Glossario Termini Vegan

Sappiamo che spesso molti termini e ingredienti che vengono utilizzati per descrivere o per cucinare i nostri piatti possono essere sconosciuti ai più.
Noi di Suribachy abbiamo realizzato questo glossario con i termini e gli ingredienti più diffusi nella cucina vegana per permettere ai nostri clienti di approfondire la cultura vegana anche attraverso il nostro sito.
Ricordiamo a tutti i nostri clienti che i prodotti senza glutine DEVONO essere certificati dalla "Spiga" che certifica l'assenza di glutine.
Legenda:
Verde = Non contiene glutine
Rosso = Contiene glutine

  • Agar Agar: Gelatina che deriva da un’alga molto ricca di sali minerali, ottima per fare i gel senza derivati animali. Diuretica e disintossicante, priva di calorie.
  • Aromi Mediterranei: Alloro, Rosmarino, Salvia, Origano, Prezzemolo, Menta e Basilico. Sanno di casa e di piaceri della buona tavola. Aggiungono aroma a tutte le ricette rendendole più digeribili, stimolano i succhi gastrici, aiutano fegato e reni, sono antispasmodici.
  • Biologico: E’ il modo di coltivare la terra che valorizza al massimo la capacità produttiva del terreno e delle piante, non usa alcun prodotto di sintesi in nessuna fase del ciclo produttivo, preserva l’equilibrio ambientale e la salute del consumatore. Con l’alimentazione convenzionale si ingeriscono circa 6-7 kg di residui chimici all’anno che danneggiano in maniera lenta ma irreparabile tutte le funzioni dell’organismo. Le ricerche hanno confermato una maggiore quantità di vitamine, minerali e oligoelementi nei prodotti biologici. Inoltre i continui controlli degli organismi preposti garantiscono che le colture di mais e soia siano prive diOGM, cosa che invece non accade nelle colture dedicate all’allevamento del bestiame dove l’uso di chimica e OGM avviene in maniera massiccia.
  • Curry e Spezie Indiane: Aiutano il fegato, stimolano la digestione e il metabolismo, aggiungono un tocco esotico e un leggero piccante, sono vasodilatatori… e dunque afrodisiache.
  • Dahl e Hummus: Sono salse tradizionali mediorientali: La prima è indiana a base di lenticchie rosse e spezie, la seconda è araba e a base di ceci, sesamo e aglio. Sono ricche di proteine, minerali e fibre, digeribili e molto gustose su pane o Chapati (dischi di pane senza lievito cotti sulla piastra).
  • Fagioli Azuki: Legumi della famiglia della Soia, sono ricchi di proteine e ferro, particolarmente curativi per i reni, versatili e adatti a diventare crocchette o sformati.
  • Farro: Antenato del frumento, era sacro agli antichi romani e alle popolazioni celtiche, molto robusto e flessibile, rende forti e resistenti.
  • Gomashio: Costituito da semi di sesamo tostati e pestati con sale marino, è un condimento gustoso e prezioso per il contenuto di calcio, lecitina e vitamine. Neutralizza l’acidità e nutre il sistema nervoso.
  • Kamut: E’ un cereale ricco di proteine e altamente digeribile, veniva coltivato già 6000 anni fa in Egitto, è molto resistente e carico di energia vitale: da semi antichissimi trovati nelle piramidi sono nate piantagioni per la cui coltura si usano esclusivamente i criteri del biologico.
  • Mais: E’ un cereale originario del Messico ed era, per le popolazioni di quelle zone, il simbolo del sole. E’ rinfrescante, dolce, digeribile e ipocalorico. Energetico, benefico per la tiroide e per il cuore. Ricco di acidi grassi essenziali e viamine.
  • Malto di Riso: E’ un dolcificante leggero, dal gusto neutro, naturalmente ipocalorico e remineralizzante, diversamente dagli zuccheri semplici che sottraggono Sali minerali all’organismo. Fornisce energia a rilascio lento e non crea picchi glicemici. E’ dunque adatto anche ai diabetici.
  • Miglio: E’ un cereale largamente coltivato e consumato in Sicilia sino alla metà dello scorso secolo, poi dimenticato. Ha delle proprietà nutrizionali straordinarie: Completo, digeribile, rivitalizzante, alcalinizzante, nutre il sistema nervoso ed è adatto agli studenti e ai lavoratori intellettuali, cura l’apparato digerente, rafforza le difese immunitarie, lo smalto dei denti, i capelli, le unghie, la pelle.
  • Miso: Una crema di Soia fermentata che si usa come il dado, è gustosa e aromatica. Essendo ricca di enzimi rafforza il sistema immunitario e l’apparato digerente.
  • Riso Integrale e Farro Integrale: Tutti i cereali integrali sono preziosissimi, ma questi due in particolare. Sono ogni giorno presenti nel menu di Suribachy poiché costituiscono la base per un’alimentazione equilibrata: il Riso Integrale è sacro nelle culture orientali, è il cereale più equilibrato e curativo, un eccellente energetico, benefico per il sistema nervoso, purifica i polmoni. E’ ottimo per chi soffre di allergie ed è completo di tutte le sostanze nutritive.
  • Seitan: E’ la parte proteica del frumento o del farro, cioè il glutine. Gustoso e versatile, si presta a varie e fantasiose ricette.
  • Stili di Cottura: Crudo, pressato, saltato, scottato, stufato, al vapore, al forno. La varietà negli stili di cottura conferisce resistenza, adattabilità, fantasia, sia alle pietanze, che a chi le gusta. E’ perciò, un’ulteriore caratteristica di una cucina equilibrata e sana, tanto ignorata in generale, quanto curata nei menu di Suribachy. Manca volutamente il microonde perché non è uno stile di cottura, bensì un metodo distruttivo per gli alimenti e per chi ne fa uso.
  • Tempeh: Soia cotta, pressata e fermentata, di antica tradizione indonesiana. E’ molto digeribile e ricco di proteine, di vitamina B12, povero di grassi e privo di colesterolo. Va sempre cotto prima di essere consumato. Assicurarsi che sia certificato biologico per garantire che non sia OGM.
  • Tofu: Detto impropriamente formaggio di Soia, è un alimento di antichissima tradizione giapponese ricco di proteine, fosforo, calcio, vitamina E, B e lecitina. Abbassa naturalmente il colesterolo e pulisce il sangue. Quando biologico è garantito privo di OGM. Si consuma sempre previa cottura e marinatura.
  • Umeboshi: E’ una prugna giapponese salata e fermentata da cui deriva un condimento acidulo adatto a verdure e cereali. E’ alcalinizzante poiché neutralizza l’acidità degli zuccheri, aiuta la digestione e stimola il fegato, contiene ferro e vitamina C.
  • Verdure e Ortaggi di Stagione: La stagionalità delle verdure garantisce l’apporto di nutrienti più adatto al clima del momento rendendo l’organismo forte e adattabile ai cambiamenti climatici. Il sistema immunitario ne trae così impagabili benefici. Il gusto è pieno e il contenuto in nutrienti è di molto superiore agli ortaggi fuori stagione. Mangiamo quello che madre natura ci offre in armonia con le stagioni.
  • Wakame: Un’alga bruna delicata, apprezzata per le sue qualità, proprietà disintossicanti anche da scorie radioattive e metalli pesanti. Ricchissima di minerali, in particolare iodio, magnesio, calcio, vitamina C e B. Utile per la bellezza della pelle, unghie e capelli.